Progetto generale Fiumara d'Arte
2004-2005
Realizzazione
del Museo fotografico all'aperto di Librino
2003-2004
2002
Un chilometro
di tela per Librino
2001


1ª Edizione
Casa degli Artisti

2ª Ed. Casa dei Poeti
3ª Ed. EXTRAordinario

Piano di zona
I quartieri
Istituzioni
Emergenze

GRAN TOUR DI SICILIA
PACO IGNACIO TAIBO II A SETTEFARINE

Si è conclusa stamattina con la visita al quartiere Sette Farine la tappa di Paco Ignacio Taibo II a Gela. Lo scrittore spagnolo - che ha aperto il Grand Tour di Sicilia organizzato dall'Associazione Fiumara d'Arte di Antonio Presti, nell'ambito del progetto "Viaggio in Sicilia… verso Librino. La Sicilia vista con gli occhi del mondo" - è stato accolto festosamente dagli abitanti del rione gelese che, assieme al parroco Franco Cavallo, hanno organizzato un incontro con lo scrittore all'interno della chiesa di San Sebastiano.
"Quando racconterò del mio viaggio in Sicilia parlerò del quartiere Sette Farine, dei suoi abitanti e di questa straordinaria giornata", ha detto Taibo II che oggi, per la prima volta da quando aveva tredici anni, è entrato in una chiesa. L'autore spagnolo, che ironicamente ha sottolineato di non voler entrare nei luoghi di culto a causa del divieto di fumare, ha accettato l'invito degli abitanti del quartiere Sette Farine a tenere un incontro nella chiesa.



"La cosa più strana che mi è mai capitata - ha detto Taibo II alludendo anche all'esperienza a Gela - è stata di ricevere un messaggio anonimo durante un incontro a Vera Cruz, anni fa. Il messaggio diceva: vieni alla <Y greca>. Io non sapevo cosa fosse e così mi sono informato con i presenti. Nessuno ne sapeva nulla. Soltanto alla fine un autista mi spiegò che la <Y greca> era un villaggio senza nome che si trovava ad un bivio appunto a forma di <Y greca>. Incuriosito dal misterioso messaggio - prosegue Taibo II - chiesi all'autista di portarmi in quel luogo. C'erano appena 25 case, abitate solo da donne e bambini perché gli uomini erano dovuti emigrare in cerca di lavoro. Una di loro si avvicinò e mi chiese di leggergli il mio racconto "La signora Eustonia delle cipolle". Mi dissero di essere tutte analfabete e mi porsero una copia pirata del libro in cui narro la storia di una donna, Eustonia appunto, che mi ha salvato dall'arresto durante una manifestazione, impugnando un coltello da cucina contro l'agente che voleva fermarmi. Mi chiesero di rileggerglielo cinque volte; quella è stata per me l'esperienza più bella. Per la letteratura - conclude Taibo II - non ci sono cittadini di serie A o di serie B. "
Lo scrittore spagnolo ha poi raccontato di aver ereditato il suo amore per il racconto e il piacere di raccontare dalla trisavola Anna, che lavorava in una fabbrica di tabacchi e - assieme ad altre 90 operaie - sostenne una lotta per il "diritto alla lettura". E così durante i turni, a rotazione, una delle donne leggeva un racconto alle altre 89 che arrotolavano sigari.
"L'incontro di stamattina - ha detto don Franco Cavallo, parroco della chiesa di San Sebastiano - è stato la nostra Messa domenicale, dal momento che per oggi è saltato l'orario della celebrazione eucaristica. So che Dio capirà - ha concluso il sacerdote ringraziando Taibo II per la sua presenza nel quartiere Sette Farine e per aver accettato l'invito ad entrare in chiesa".
In un clima totalmente informale, la giornata gelese di Taibo II si è conclusa con un pranzo all'aperto organizzato dagli abitanti del popoloso quartiere.
Nel pomeriggio il rientro a Catania e in serata la cena in onore dello scrittore organizzata dall'associazione "Giro di Vite".
Il Grand Tour di Sicilia di Paco Ignacio Taibo II si concluderà domani a Catania con l'incontro, alle ore 12.00, nella libreria Voltapagina; nel pomeriggio, l'ultima tappa del viaggio di Taibo II con il reading a Librino, nel teatro Cirino La Rosa (via Ciccio Manna 1) e l'omaggio del poeta Lello Voce a Rosa Balistreri.

L'ufficio Stampa:
Agata Finocchiaro 347/8854817
Antonella Guerrieri 338/4928455






















Comunicati Grand Tour
Tesi di laurea e studi
sulla Fiumara d'Arte
Storia della Fiumara
Nagasawa
La barca dell'invisibile
Consagra
La materia poteva non esserci
 L'appello
al Presidente
della Repubblica
Carlo Azeglio Ciampi
 

 

     

Credits:
antoniobonanno.too.it

antoniobonanno
2003@yahoo.it

Associazione Fiumara d'Arte
Casa d'Arte Stesicorea

Piazza Stesicoro 15 - 95100 Catania

tel./fax 095 7151743

e-mail:
info@librino.org
Albergo-museo "Atelier sul mare"
Via Cesare Battisti 4, Castel di Tusa, 98070 (Me) - tel. 0921 334 295
fax 0921 334 283
e-mail: ateliersulmare@interfree.it
website:
www.ateliersulmare.it