Progetto generale Fiumara d'Arte
2004-2005
Realizzazione
del Museo fotografico all'aperto di Librino
2003-2004
2002
Un chilometro
di tela per Librino
2001


1ª Edizione
Casa degli Artisti

2ª Ed. Casa dei Poeti
3ª Ed. EXTRAordinario

Piano di zona
I quartieri
Istituzioni
Emergenze
Centonove

Venerdì 3 Marzo 2006

Poster società. Il fondatore di Fiumara d’Arte e Danielle Mitterrand insieme per la manifestazione-evento in Sicilia sul valore delle risorse idriche

 

I portatori d’acqua

L’obiettivo è sensibilizzare soprattutto i giovani. Una iniziativa fortemente simbolica per sancire i diritti fondamentali dell’uomo

 

CASTEL DI TUSA

“I Portatori d’Acqua”, è questo il nome del nuovo progetto di Antonio Presti. Una manifestazione sul valore delle risorse idriche siciliane a cui il fondatore dell’Associazione Fiumara d’arte ha dato una veste simbolica e concreta nello stesso tempo. E che nell’isola rappresenterà un vero e proprio evento anche grazie alla collaborazione con Danielle Mitterrand, presidentessa della Fondazione France Libertés, che da anni si batte per far riconoscere l’acqua come bene comune dell’Umanità.

L’iniziativa che ha l’obiettivo principale di sensibilizzare i ragazzi delle scuole siciliane, partirà domenica 5 marzo a Castel di Tusa nell’albergo museo “Atelier sul mare”, fondato da Antonio Presti per poi spostarsi nel quartiere Librino di Catania e andare avanti fino a mercoledì 8 marzo. Quattro giorni ricchi di appuntamenti interamente dedicati all’acqua. Oltre agli incontri con gli studenti delle scuole, è prevista, nel corso della prima giornata, l’inaugurazione di una nuova stanza d’arte dell’Atelier sul mare: la “Stanza dei Portatori d’Acqua” appunto. La stanza porta il visitatore verso un’immersione simbolica nell’emozione e verso una vera e propria presa di coscienza sui molteplici problemi legati all’accesso all’acqua nel mondo. Un’esperienza artistica che permette di comprendere il legame fondamentale fra arte e società. Nel pomeriggio è prevista la visita al Parco Scultoreo dei Nebrodi, riconosciuto, solo di recente, dalla Regione Sicilia patrimonio artistico.

Il giorno dopo Danielle Mitterrand incontrerà, nel capoluogo siciliano, cento dirigenti scolastici di Palermo, Monreale e Altofonte proprio per lanciare l’iniziativa didattica “I portatori d’acqua”. Il 7 marzo la manifestazione sarà al suo culmine: la fonte sorgiva del fiume Oreto verrà aperta ad Altofonte e gli studenti preleveranno l’acqua per portarla a Palermo, alla foce del fiume. Grazie a dei recipienti-scultura l’acqua pura sarà gettata alla foce e salverà simbolicamente il corso d’acqua, altamente inquinato.

L’8 marzo la manifestazione si sposterà a Catania, nel quartiere di Librino, dove si svolgerà l’incontro con cinquanta dirigenti scolastici della città etnea per presentare il progetto didattico “I portatori d’acqua” che proseguirà sino al 2007.

LA FONDAZIONE PER L’ACQUA

La Fondazione Danielle Mitterrand nasce nel 1986 come Ong umanitaria per comprendere e denunciare le cause della povertà e difendere i diritti fondamentali di ogni essere umano. Molte le battaglie portate avanti fino ad oggi: la causa dei tibetani, dei kurdi, degli indiani d’America, del Sud Africa.

Nel 1998 Danielle Mitterrand firma il Contratto Mondiale dell’acqua insieme a Mario Soares, Riccardo Petrella e altri. Un atto che testimonia l’inizio di un impegno costante e attivo per l’accesso all’acqua potabile in quanto diritto umano fondamentale.

Tre anni dopo, la Fondazione, partecipa al Primo Forum Sociale Mondiale a Porto Alegre dove viene costituita l’Associazione francese per il Contratto Mondiale dell’Acqua (Acme France) e partecipa alla costituzione di un collettivo mondiale per l’acqua che vedrà la luce il 4 febbraio 2002 e porterà il nome di “Coalizione mondiale contro la privatizzazione dell’acqua e la mercificazione dell’acqua”. Varie organizzazioni vi aderiscono e tra queste le ACME di vari paesi del mondo e naturalmente France Libertés. Oggi sono una sessantina e si riuniscono ogni due anni per il Forum Alternativo Mondiale dell’Acqua per riflettere e proporre soluzioni alternative per fare in modo che l’accesso all’acqua potabile diventi un diritto universale.

La Fondazione opera in Francia e nel mondo con azioni di sensibilizzazione e finanzia progetti in vari paesi per offrire l’accesso all’acqua ai più demuniti. Ma si occupa anche di educazione, di economia responsabile, di nuove concezioni della democrazia.

LA STANZA ALLA FIUMARA D’ARTE

La “Stanza dei Portatori d’Acqua” realizzata da Agnese Purgatorio, Antonio Presti, Danielle Mitterrand, Cristina Bertelli sarà inaugurata il 5 marzo all’Atelier sul Mare di Castel di Tusa. Il visitatore troverà scritto sulla porta “Io sono acqua” in diverse lingue primo contatto che avrà con lo spazio sarà quello di prendere consapevolezza dell’essere acqua, ricordandosi che il nostro corpo è composto per il 70% proprio di acqua. Con questa consapevolezza, il visitatore si avvicinerà alla stanza come a un luogo di sacralità. Entrando avrà la visione di due spazi nettamente divisi: luoghi della memoria, dell’assenza e della purezza. Il primo bianco realizzato con il sale, metafora dell’assenza dell’acqua, del deserto che nega all’umanità il suo essere acqua. L’altro, rivestito in rame, è uno spazio trasformato in conduttore di energia, che il visitatore attraverserà per giungere all’origine della purezza. Alla fine del percorso, in una grande fonte di pietra, verserà acqua con petali di rose bianche e foglie di limone. Al risveglio, il giorno dopo, bagnandosi il viso, ritroverà quel mare infinito, negato nello spazio di sale. Concludendo cosi la sua azione di consapevolezza, si impegnerà ad essere un “Portatore d’acqua”.

L’INCONTRO CON LE SCUOLE

Danielle Mitterrand incontrerà il 6 marzo a Palermo i cento dirigenti e referenti scolastici di Palermo, Monreale e Altofonte per la presentazione del progetto didattico “I portatori d’acqua” (anno scolastico 2006-2007). Danielle Mitterrand, presidente della Fondazione France Libertés, parlerà della promozione di una nuova cultura che riconosca l’acqua come un bene comune dell’umanità e l’accesso all’acqua potabile come un diritto umano. Principi, tra gli altri, espressi nella Carta dei Portatori d’acqua.

Già nel maggio del 2004, Danielle Mitterrand ha partecipato ad una tappa importante del Grand Tour di Sicilia (da Agrigento a Ferdinandea) promosso da Fiumara d’Arte, soffermandosi con i bambini di Librino, in occasione della manifestazione del Kilometro di tela dal tema Acqua c’è. Gli eventi e le emozioni di quei giorni hanno spinto a far partire proprio dalla Sicilia, terra che conosce e vive la mancanza dell’acqua, la speranza per una nuova politica per la gestione del prezioso liquido. Sempre dall’isola, nella prossima primavera, partiranno le nuove iniziative portate avanti con la Fondazione France Libertés.

Saranno gli studenti delle scuole ad avere il compito di educare le nuove generazioni. Ecco perché Antonio Presti insieme al presidente della Fondazione France Libertés inviteranno dirigenti e referenti a sostenere i Portatori d’acqua anche come progetto didattico per l’anno scolastico 2006-2007.

Il progetto Portatori d’acqua, culminerà con mille bandiere che porteranno nel loro segno e colore lo spirito che anima ogni giovane “portatore d’acqua”. Le bandiere di Palermo, realizzate dalle scuole, saranno legate alle azioni sul fiume Oreto e saranno posizionate su tutti i pali della luce dall’aeroporto di Punta Raisi a Bagheria, mentre quelle del quartiere Librino, saranno sistemate sui pali della luce dell’Asse dei servizi. Insieme le due città dialogheranno da un capo all’altro della regione.

Inoltre, ad ogni studente verrà consegnata alla fine dell’anno la “tessera gratuita” di “portatore d’acqua” per il fatto stesso di avere affrontato e studiato la tematica proposta. Ognuno di loro sarà chiamato a conoscere e rispettare i punti fondamentali della “Carta dei Portatori d’acqua”, a divulgarli acquisendoli come propri. Così dalla scuola la nuova cultura dell’acqua entrerà nelle famiglie, dalle famiglie si estenderà alla comunità. Le città saranno quindi pronte ad accogliere le proprie bandiere che avranno l’ulteriore merito di lasciare traccia nell’immaginario collettivo, come testimonianza tangibile del lavoro svolto dai ragazzi.

ORETO, IL FIUME DELL’UMANITA’

Nell’ambito del progetto “Io sono il fiume Oreto dell’umanità”, si svolgerà una grande manifestazione sull’acqua il 7 marzo ad Altofonte. Ancora una volta l’impegno dell’Associazione Fiumara d’Arte di voler dare un nuovo volto e una nuova identità al fiume Oreto, si sposa con la politica di valorizzazione e promozione della sua valle, ad Altofonte.

Danielle Mitterrand ha infatti deciso di presentare a livello internazionale il movimento de “I Portatori d’acqua” per affermare il valore della purezza della fonte del fiume Oreto: la sorgente di Altofonte. Protagonisti saranno i ragazzi delle scuole elementari, medie e superiori di Palermo, Monreale e Altofonte, nonché delle università. La mattina del 7 marzo, gli studenti andranno alla sorgente per attingere l’acqua pura del fiume e da tutte le fontane che ne sono canali di distribuzione. I ragazzi raccoglieranno simbolicamente l’acqua pura, non ancora contaminata, utilizzando dei recipienti-scultura. Poi visiteranno i monumenti e il centro storico di Altofonte insieme ai giovani del paese per poi raggiungere la foce del fiume Oreto a Palermo, dove tutti insieme assisteranno ad un rito di iniziazione alla bellezza. Apriranno tutti i recipienti-scultura che contengono l’acqua pura della sorgente e la verseranno dall’alto sulla foce, mescolandola con quel liquido contaminato che acqua non è. In quel momento altri ragazzi getteranno petali di rose bianche sul fiume come atto di devozione alla bellezza. Danielle Mitterrand sigillerà così questo grande evento del movimento dei Portatori d’acqua di Palermo e la rinascita del fiume Oreto.

 

CARTA DEI PORTATORI D’ACQUA

Sono cosciente che l’acqua è un elemento costitutivo di ogni forma di vita. Sottoscrivo i seguenti principi:

• L’acqua è un bene comune, patrimonio di tutta l’umanità. Essa deve essere esclusa da qualsiasi forma di mercificazione e non può diventare proprietà di nessun potere politico a scapito delle popolazioni.

• Poiché l’acqua è un elemento costitutivo della vita, non può essere inquinata.

• L’accesso all’acqua potabile e alla sua bonifica deve essere inscritto in tutte le costituzioni come un diritto fondamentale dell’uomo. Inoltre, i servizi utili per l’accesso a 40 litri d’acqua potabile al giorno e a persona devono essere gratuiti.

• Il prelievo dell’l% dal budget mondiale speso per gli armamenti deve permettere di finanziare le infrastrutture di distribuzione e dl bonifica dell’acqua, laddove siano inesistenti o insufficienti.

• La proprietà e la gestione dei servizi legati all’acqua e la sua bonifica devono restare nel settore pubblico e nell’interesse collettivo.

• I cittadini-utenti devono partecipare, su basi democratiche, alla definizione e alla realizzazione della politica dell’acqua a livello locale e mondiale.

• La messa in atto di un’assemblea mondiale di cittadini dell’acqua dovrà permettere la creazione di un servizio pubblico mondiale che eserciterà un controllo sulle utilizzazioni delle risorse idriche per evitare qualsiasi conflitto legato all’acqua.

Mi impegno:

• Ad approfondire le mie conoscenze sui pericoli che minacciano le risorse idriche e l’accesso all’acqua.

• A sensibilizzare, secondo i miei mezzi, tutte le persone possibili al rispetto dei sette principi sopra enunciati.

• A intraprendere e sostenere con tutti i mezzi legittimi iniziative concrete in quanto politico, associazione, utente, che portano alla soluzione dei problemi riguardanti l’acqua, nel rispetto dei sette principi enunciati più in alto.

 

Rossana Franzone

Rassegna Stampa

                                                                     

 

                                   


 

Antonio Presti

la biografia

Tesi di laurea e studi
sulla Fiumara d'Arte
Storia della Fiumara
I portatori d'acqua
Nagasawa
La barca dell'invisibile
Consagra
La materia poteva non esserci
 L'appello
al Presidente
della Repubblica
Carlo Azeglio Ciampi
 

 

     

Credits:
antoniobonanno.too.it

antoniobonanno
2003@yahoo.it

Associazione Fiumara d'Arte
Casa d'Arte Stesicorea

Piazza Stesicoro 15 - 95100 Catania

tel./fax 095 7151743

e-mail:
info@librino.org
Albergo-museo "Atelier sul mare"
Via Cesare Battisti 4, Castel di Tusa, 98070 (Me) - tel. 0921 334 295
fax 0921 334 283
e-mail: ateliersulmare@interfree.it
website:
www.ateliersulmare.it