Progetto generale Fiumara d'Arte
2004-2005
Realizzazione
del Museo fotografico all'aperto di Librino
2003-2004
2002
Un chilometro
di tela per Librino
2001


1ª Edizione
Casa degli Artisti

2ª Ed. Casa dei Poeti
3ª Ed. EXTRAordinario

Piano di zona
I quartieri
Istituzioni
Emergenze
Giornale di Sicilia

Domenica 5 Marzo 2006

La vedova del presidente francese incontra Presti e gli alunni

 

Danielle Mitterand arriva in città

Una «supporter» in più per l’Oreto

 

 

(fro)  Se nella storia c’è stata una pulzella d’Orleans, lei potremmo chiamarla la signora dell’Oreto, anche lei francese, colei che si prepara a risvegliare da un grande sonno il nostro fiume e la nostra coscienza. È Danielle Mitterand, moglie dell’ex presidente francese Francois, che domani e martedì sarà a Palermo per presentare il movimento dei «Portatori d’acqua» e scendere in campo insieme con Antonio Presti per il riscatto del fiume Oreto.

Un’unione come non mai «azzeccata» che attraverso questo movimento combatte la privatizzazione e mercificazione dell’acqua e lotta affinché questa sia un bene di tutti.

Due giorni fitti di appuntamenti, che si apriranno domani mattina alle 11 alla facoltà di architettura (viale delle Scienze) dove la signora Mitterand insieme al fondatore di Fiumara d’Arte Presti presenteranno a presidi, studenti e professori il movimento nato nel gennaio dell’anno scorso che attraverso la cosiddetta «Carta dei portatori d’acqua» porta avanti principi etici forti come ad esempio che la proprietà e la gestione delle risorse idriche devono rimanere nel settore pubblico e nell’interesse collettivo.

Ma le parole, se pur belle, devono essere accompagnate da fatti tangibili, del lavoro fino adesso fatto e di quello ancora da fare. Ecco perché di pomeriggio alle 18 sempre domani verrà inaugurata a Palazzo Branciforte, in via Bara all’Olivella 4, la mostra organizzata dalla fondazione Salvare Palermo intitolata: «Il fiume Oreto: storie, proposte e speranze» ossia tutti i lavori; gli studi e le ricerche che in questo anno hanno condotto gli studenti delle scuole di Palermo, Monreale ed Altofonte e i ragazzi della facoltà di Architettura che hanno aderito al progetto di Presti. Una mostra che ripercorre l’esistenza del fiume, passato, presente e futuro insomma: dai vecchi mulini, alle ipotetiche piste ciclabili del parco che dovrebbe nascere, da una flora e una fauna rigogliosa, alle macerie che fino a qualche tempo fa «decoravano» le sponde della foce.

Ma il momento clou dell’iniziativa sarà martedì quando migliaia di studenti si riuniranno ad Altofonte davanti la fonte del fiume ed insieme alla «signora dell’Oreto» raccoglieranno l’acqua pura ed incontaminata di quel tratto e la verseranno nella foce dove l’acqua è putrida. Con questo gesto di devozione alla bellezza sarà suggellato il riscatto del fiume.

 

FRANCESCA ROMANO

 

Rassegna Stampa

                                                                     

 

                                   


 

Antonio Presti

la biografia

Tesi di laurea e studi
sulla Fiumara d'Arte
Storia della Fiumara
I portatori d'acqua
Nagasawa
La barca dell'invisibile
Consagra
La materia poteva non esserci
 L'appello
al Presidente
della Repubblica
Carlo Azeglio Ciampi
 

 

     

Credits:
antoniobonanno.too.it

antoniobonanno
2003@yahoo.it

Associazione Fiumara d'Arte
Casa d'Arte Stesicorea

Piazza Stesicoro 15 - 95100 Catania

tel./fax 095 7151743

e-mail:
info@librino.org
Albergo-museo "Atelier sul mare"
Via Cesare Battisti 4, Castel di Tusa, 98070 (Me) - tel. 0921 334 295
fax 0921 334 283
e-mail: ateliersulmare@interfree.it
website:
www.ateliersulmare.it