Progetto generale Fiumara d'Arte
2004-2005
Realizzazione
del Museo fotografico all'aperto di Librino
2003-2004
2002
Un chilometro
di tela per Librino
2001


1ª Edizione
Casa degli Artisti

2ª Ed. Casa dei Poeti
3ª Ed. EXTRAordinario

Piano di zona
I quartieri
Istituzioni
Emergenze
La Sicilia

Domenica 5 Febbraio 2006

E di sera un sacral-party in ogni balcone

La festa raddoppia a mezz’aria tra ospiti importanti, brindisi e piatti squisiti. Qui s’inventa la tradizione

 

È qui la festa? Sì, ma anche lì e là. Sotto, sopra, ovunque e comunque

 

A mezz’aria la festa si raddoppia. Mentre giù “panta rei”, su, si brinda. Balconi, sì, e balconcini di signore d’alto rango e non solo. È qui la festa? Fino all’ultimo spazio vitale del loft o dell’attico, il sacral-party si consuma fino a vederlo sbiadire con gli ultimi rintocchi dell’ebbra e rintronante tradizione. Un po’ reinventata alla catanese. Ma se la zuppa è quella, comunque è buonissima.

Degli irreperibili formaggi offerti ai 130 ospiti ieri a casa di Elvira Cultrera e Antonio Pennisi, dominatori dall’alto delle Poste, ai manicaretti del barone Mario Ursino, che hanno fatto storia. Il menù è un rotolo di prelibatezze da servire con il vocabolario. Astrusi nei nomi, ma accompagnati da vinelli che portano giù tutto. Persino i nomi. Metti un Palomino fino su una gran tazza ripiena di fondutelli al tartufo nero di Norcia in salsa tartufata, timballo “arriniatu” (con origano) ai 7 formaggi di Sicilia, crepes di ratatotouille, falsomagro in salsa al vino cotto, ed eccetera cento volte. Cinque giorni il “gran chef” è stato ai fornelli e finalmente oggi una carica di amici buongustai lo ripagheranno come merita. La lista degli invitati è proporzionale a quella delle portate: attesi tra gli altri il prefetto Anna Maria Cancellieri, la signora Silvana Dumba Roache da Londra, il vicegabinetto del ministero degli Interni Isabella Pianola, il prefetto di Enna Elda Floreno, i Montorsi (sì proprio quelli della pubblicità), Piero Isgrò, il senatore Ziccone, e Enzo Bianco, già reduce da uno slalom iniziato ieri con la messa dell’Aurora, un passaggio dall’arcivescovo e al Circolo dell’Unione, tappa in piazza Iolanda e di fila dal prof. Giovanni Grasso, dove un summit di giuristi teneva una conferenza, quindi in via Umberto dal notaio Cancellieri. Lungo il percorso agatino si ritrovano tracce personali, “andavo a scuola alla Manzoni” dice Bianco. In agendina per oggi, incipit al Pontificale, a casa del prof. Abbadessa davanti al Municipio, in via Crociferi da Paola Maugeri. Un democratico sali e scendi in risposta alla par condicio. In giro, l’on. Giovanni Burtone e famiglia se la gode in versione verace tra la gente. Altra versione: soft, relax, direi, ayurveda! una casa di amici con la porta sempre aperta (e chiusa per quelli che “ci provano” a essere amici del patron Antonio Presti). A Stesicorea non un bouffet, non un aperitivo, ma “un incontro”, dice Presti, a base di dolci tipici e tanta cioccolata al peperoncino. A sporgersi dagli striscioni gialli e neri, la nobilesse Vivina Geraci, la direttrice del progetto Gran Tour dei poeti per Librino, l’artista Agnese Purgatorio, coinvolta insieme alla signora Mitterand nella lavorazione della stanza dei portatori d’acqua, a Tusa, padre Giuseppe Coniglione. L’ospite che non va via è il messaggio permanente di Presti “che la città sia sempre unita, non solo nella festa”.

 

Valentina Sciacca

 

 

 

Rassegna Stampa

                                                                     

 

                                   


 

Antonio Presti

la biografia

Tesi di laurea e studi
sulla Fiumara d'Arte
Storia della Fiumara
I portatori d'acqua
Nagasawa
La barca dell'invisibile
Consagra
La materia poteva non esserci
 L'appello
al Presidente
della Repubblica
Carlo Azeglio Ciampi
 

 

     

Credits:
antoniobonanno.too.it

antoniobonanno
2003@yahoo.it

Associazione Fiumara d'Arte
Casa d'Arte Stesicorea

Piazza Stesicoro 15 - 95100 Catania

tel./fax 095 7151743

e-mail:
info@librino.org
Albergo-museo "Atelier sul mare"
Via Cesare Battisti 4, Castel di Tusa, 98070 (Me) - tel. 0921 334 295
fax 0921 334 283
e-mail: ateliersulmare@interfree.it
website:
www.ateliersulmare.it