Progetto generale Fiumara d'Arte
2004-2005
Realizzazione
del Museo fotografico all'aperto di Librino
2003-2004
2002
Un chilometro
di tela per Librino
2001


1ª Edizione
Casa degli Artisti

2ª Ed. Casa dei Poeti
3ª Ed. EXTRAordinario

Piano di zona
I quartieri
Istituzioni
Emergenze
Realizzazione del Museo fotografico all'aperto di Librino

L’elemento di  punta del  progetto TerzOcchio  Meridiani di Luce  è costituito dalla grande opera di riqualificazione estetica di alcuni immobili nel quartiere di Librino. Sono stati individuati dei palazzi, non lontani da arterie a grande traffico, con ampie pareti non decorate. L’operazione TerzOcchio Meridiani di Luce si propone di trasformare l’aspetto di questi immobili. Al progetto è stato attivamente coinvolto l'Istituto Autonomo Case Popolari e i condomini privati delle cooperative.

Un tipo di intervento consiste nel montaggio di gigantografie ai lati dei palazzi. Obiettivo del progetto è quello di suscitare il bisogno di bellezza; gli abitanti di Librino saranno i veri protagonisti di questa operazione perché i loro volti e i loro corpi saranno ritratti e utilizzati per la riqualificazione dell’ambiente in cui abitano.

Il gruppo di artisti chiamato ad operare nel progetto troverà spunti nelle feste che saranno preparate all’interno dei condomini. Attraverso i volti, le espressioni, le immagini di coloro che abitano nei caseggiati,  gli artisti coglieranno l’anima delle persone e del quartiere.

Gli artisti imprimeranno l’immagine della condizione spirituale dell’essere e, attraverso il loro linguaggio, la trasformeranno in immagine di bellezza. All’apparire di questa bellezza l’abitante di Librino affermerà il suo: essere bello.Un altro intervento di riqualificazione estetica consiste nell’illuminazione artistica di alcune fiancate dei palazzi.Tecnici delle luci, opportunamente coinvolti nel progetto, studieranno forme di illuminazione particolare che mettano in risalto alcune parti dei condomini. Un ulteriore intervento consiste nella proiezione continua di slides fotografiche, intervallate da proiezioni di immagini e accompagnate da colonne musicali.



Internet
Attraverso un sistema di video-proiezione sarà possibile trasformare alcune pareti in terminali-video collegati a internet. Attraverso la rete chiunque potrà interagire, creando la propria opera come collage di frasi e parole scritte dai poeti aderenti all’iniziativa. Ogni quarto d’ora l’immagine cambierà, facendo apparire il nuovo collage e il luogo di provenienza attraverso la rete.



Costituzione di un Museo permanente da donare al Comune

Il materiale iconografico prodotto costituisce il patrimonio di un fondo per la costituzione di un Museo dell’Immagine.Nel Museo si conserveranno le gigantografie già utilizzate per gli interventi sulle facciate, opere che verranno a sostituire quelle delle serie precedenti, il materiale fotografico, il materiale video, il materiale documentario prodotto inerente al progetto, il materiale cartaceo che costituisce il lavoro di preparazione, le pubblicazioni prodotte a seguito del progetto, le rassegne stampa e tutto il materiale cartaceo riguardante l’intera operazione. Il materiale precedentemente elencato costituirà una videoteca e un archivio fotografico che sarà dato, in cessione gratuita, al Comune di Catania in seguito ad un accordo tra l’Associazione Fiumara d’Arte e il Comune di Catania. Avendo una cadenza biennale, sarà possibile cambiare gli interventi sui palazzi ogni due anni, così nascerà a Catania il più grande spazio espositivo al mondo dove la bellezza al suo apparire ne affermerà sempre più, anno dopo anno, il suo diritto di esistere nella coscienza dei cittadini per una polis che si riscopre unita e devota al pensiero del bene.


Inaugurazione del Museo
L’apertura del Museo è prevista nel 2006, in concomitanza con la realizzazione dell’intero progetto e altre iniziative dell’Associazione. L’inaugurazione è studiata in modo da costituire un “evento” culturale. Nomi di fama internazionale, del mondo letterario, cinematografico, artistico, musicale, si daranno convegno a Librino per una serie di incontri e conferenze sulle interazioni tra arte e città, sulle problematiche delle periferie urbane, e sullo stato dell’arte contemporanea.

Tesi di laurea e studi
sulla Fiumara d'Arte
Storia della Fiumara
Nagasawa
La barca dell'invisibile
Consagra
La materia poteva non esserci
 L'appello
al Presidente
della Repubblica
Carlo Azeglio Ciampi
 

 

     

Credits:
antoniobonanno.too.it

antoniobonanno
2003@yahoo.it

Associazione Fiumara d'Arte
Casa d'Arte Stesicorea

Piazza Stesicoro 15 - 95100 Catania

tel./fax 095 7151743

e-mail:
info@librino.org
Albergo-museo "Atelier sul mare"
Via Cesare Battisti 4, Castel di Tusa, 98070 (Me) - tel. 0921 334 295
fax 0921 334 283
e-mail: ateliersulmare@interfree.it
website:
www.ateliersulmare.it